Pin It

 

di Pasquale Addisi

06 maggio 2019, tardo pomeriggio, Napoli, Piazza Nazionale, una nonna e una bambina di 4 anni, Noemi, passeggiano spensierate, con un obiettivo ben preciso: gustarsi un gran buon gelato!

Ma il destino è beffardo e crudele e così accade l’inimmaginabile: una sparatoria, una esecuzione tra la folla , "una regolazione di conti" tra bande camorristiche .
La cieca sfortuna colpisce cosi gravemente la piccola Noemi ai polmoni, e in modo meno grave la nonna.

Una terribile disgrazia che mette in crisi tutti e tutto: una bambina innocente, una famiglia esemplare, una comunità, una città verace, bellissima e complicata.
I genitori si stringono forte alla propria bambina e fanno di tutto per aiutarla a guarire e a superare le difficoltà di ogni genere.

Ma la riflessione che hanno fatto è stata:

- Al di là della giustizia, forse è il caso di cambiare città, andare via, lontano, per sperare in un futuro migliore.

Ma a Noemi piace il mare, passeggiare in Margellina, salire sull’altalena, sognare.

Lei è una bambina di Napoli. Appartiene a Napoli. Non può non avete nel cuore pur sempre la gioia di vivere.

E per questo ha lottato e lotterà, per essere dentro la storia del suo mondo, che è difficile , ma è il tesoro più grande, perché significa casa, amicizia, famiglia.

Lei ce l’ha fatta, e non solo per se stessa, o per le preghiere dei suoi cari.

Continua a farcela perché ha fatto una promessa a noi, a Dio, alla sua città, ai suoi occhi straordinari. Occhi innocenti che sanno vedere oltre, al di là dell’odio e del dolore, dove la vita diventa una giostra, in un volo che porta infine al perdono e all’amore.

 

Pin It
Info Autore
Pasquale Addisi
Author: Pasquale Addisi
Biografia:
Addisi nasce a San Calogero in provincia di Vibo Valentia, il 26 Aprile 1965. Si laurea in Giurisprudenza a Milano nel 1989. Vive a Milano dal 1986, dove svolge diverse attività imprenditoriali con grande attenzione per tutti gli aspetti sociali e umanitari. La passione per la scrittura, soprattutto in vernacolo, lo accompagna da sempre, così come quella per la musica, per il teatro e per la letteratura. Nel 2014 ha pubblicato il primo libro di poesie in dialetto calabrese, intitolato “A spasso nel tempo” edito da Edizioni Divinafollia. Nel 2016 ha pubblicato il secondo libro di poesie dal titolo “Il Vietnamita Sognatore” edito da Edizioni Amande Nel 2018 ha pubblicato il terzo libro di poesie dal titolo “Buongiorno Signor Maestro” sempre edito da Edizioni Amande Negli ultimi anni le sue liriche hanno incontrato il favore di giurie prestigiose, che lo hanno portato ad ottenere numerosi riconoscimenti tra i quali: - Primo classificato al Secondo premio nazionale di poesia “Perdersi nell’Amore” con la poesia “La casa in collina” nella sezione lingua italiana “Premio Tenuta Bocchineri”. - Secondo classificato al Primo premio nazionae di poesia “Apri il cuore alla poesia” con la lirica “U Vecchju"- Terzo classificato al Terzo concorso letterario nazionale di poesia “Apri il cuore alla poesia” con la poesia “Pietro Cappa” - Secondo Classificato alla Prima edizione del concorso letterario “La Nebbia agli irti colli” con la lirica “Diu du paisi Vecchju” lirica che ha vinto inoltre il premio speciale della giuria del concorso Francesco Umile Peluso 2020
I Miei Articoli