Pin It

 

di Giovanni Macrì

Sebastiano Giovanni Grasso, un vice brigadiere dei carabinieri di 43 anni in servizio alla stazione di Aci Sant’Antonio, intervenendo, in supporto ad alcuni colleghi, per sedare una lite tra una decina di persone, parenti di due genitori separati, scoppiata sul sagrato della Chiesa Santa Maria Ammalati ad Acireale nella frazione di Guardia Mangano (CT), durante la cerimonia delle prime comunioni è stato colpito al collo da un colpo di pistola. Anche lui con la famiglia era lì, fuori servizio, per presenziare alla prima comunione del figlio. Nel tentativo di dividere le persone, è stato ferito da un colpo di revolver calibro 38. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, al centro della “contesa” un futilissimo motivo… i posti a sedere in Chiesa. Pare che il padre del ragazzo che doveva ricevere la prima comunione sarebbe stato schiaffeggiato. Da qui la rissa che è continuata fuori.

I FATTI
Nel tardo pomeriggio arriva una telefonata ai carabinieri del Nucleo radiomobile di Acireale: c’è una lite sul sagrato. I militari immediatamente accorrono. Le grida dei litiganti si sentono anche fin dentro la Chiesa. La pattuglia arriva e le grida continuano. Il Grasso interviene, pur essendo fuori servizio, in supporto ai suoi colleghi.

Una pistola, uno sparo, un corpo che si accascia a terra con la mano sul collo: quello del giovane vice brigadiere. Il marmo del sagrato si tinge di sangue. Urla di terrore e panico tra tutti i presenti alla celebrazione delle prime comunioni e un generale fuggi fuggi comprensibilissimo.
Immediatamente, vista la serietà della ferita, è stato ricoverato in gravi condizioni al “Trauma Center” del Pronto Soccorso dell’ospedale Cannizzaro di Catania e sottoposto d’urgenza a un delicatissimo intervento chirurgico per la rimozione del proiettile. Rischia la paralisi di tutti e quattro gli arti. Pare che il proiettile abbia reciso il midollo spinale. A sparare è stato un uomo di 69 anni, nonno paterno del ragazzetto, ora accusato di tentato omicidio e porto illegale d’arma da fuoco.

L’uomo colpevole dell’insano gesto viene immediatamente immobilizzato e disarmato dai militari della Radiomobile intervenuti. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato condotto nel carcere di Catania di Piazza Lanza, così come disposto dal magistrato di turno della Procura di Catania. Dovrà rispondere del reato di tentato omicidio, lesioni gravissime e porto illegale di arma da fuoco.
Questo a caldo il commento del procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro: “Il vicebrigadiere ha agito con grande senso del dovere, con l’abnegazione dei Carabinieri: era fuori servizio, ma, con senso delle Istituzioni, non ha avuto esitazioni ad intervenire in aiuto dei suoi colleghi.”

Nel bollettino medico riportato da Ansa, si legge sulle condizioni del vicebrigadiere: “Il paziente, in trattamento farmacologico non è in pericolo di vita. Le sue condizioni sono stazionarie, la prognosi resta riservata con riferimento agli eventuali esiti della lesione. Un successivo aggiornamento sarà fornito nelle prossime ore.”

È allucinante che si vada in Chiesa armati, che un uomo sia gravissimamente ferito e che un rito sacro venga a essere deturpato da un gesto irriflessivo di un farabutto.
Contestualmente vicini alla famiglia, i nostri auguri di una pronta e totale guarigione al vicebrigadiere Grasso. 

 

Pin It
Info Autore
Giovanni Macrì
Author: Giovanni Macrì
Biografia:
Medico chirurgo-odontoiatra in Barcellona Pozzo di Gotto (ME) dal 1982 dove vivo. Ho 63 anni e la passione per la scrittura è nata dal momento che ho voluto mettere nero su bianco parlando della “risurrezione” di mia figlia dall’incidente che l’ha resa paraplegica a soli 22 anni. Da quel primo mio sentito progetto ho continuato senza mai fermarmi trovando nello scrivere la mia “catarsi”. Affrontando temi sociali. Elaborando favole, romanzi horror, d’amore e polizieschi. Non disdegnando la poesia in lingua italiana e siciliana, e completando il tutto con l’hobby della fotografia. Al momento ho 12 pubblicazioni con varie case editrici.
I Miei Articoli