Pin It

 

di Monica Vendrame

Il presidente Vladimir Putin ha dichiarato venerdì che la Russia avrebbe cessato il fuoco e avrebbe avviato colloqui di pace se l'Ucraina avesse abbandonato le sue ambizioni della NATO e avesse ritirato le sue forze da quattro regioni ucraine rivendicate da Mosca.

Alla vigilia di una conferenza di pace in Svizzera alla quale la Russia non è stata invitata, Putin ha posto una serie di condizioni del tutto in contrasto con quelle richieste dall'Ucraina.

"Le condizioni sono molto semplici", ha detto Putin, elencandole come il ritiro completo delle truppe ucraine dall'intero territorio delle regioni di Donetsk, Luhansk, Kherson e Zaporizhzhia nell'Ucraina orientale e meridionale.

"Non appena a Kiev dichiareranno di essere pronti per una tale decisione e inizieranno un vero e proprio ritiro delle truppe da queste regioni, e annunceranno anche ufficialmente l'abbandono dei loro piani di adesione alla NATO, da parte nostra, immediatamente, letteralmente allo stesso tempo minuto, seguirà l'ordine di cessare il fuoco e iniziare i negoziati", ha detto. "Ripeto, lo faremo immediatamente. Naturalmente garantiremo allo stesso tempo il ritiro sicuro e senza ostacoli delle unità e formazioni ucraine".

Nel terzo anno di guerra la Russia controlla quasi un quinto del territorio ucraino. L'Ucraina afferma che la pace può basarsi solo sul ritiro completo delle forze russe e sul ripristino della sua integrità territoriale.

Il ministero degli Esteri ucraino ha descritto le parole di Putin come "dichiarazioni manipolative volte a fuorviare la comunità internazionale". "È assurdo che Putin, che ha pianificato, preparato ed eseguito, insieme ai suoi complici, la più grande aggressione armata in Europa dalla seconda guerra mondiale, si come un pacificatore", ha affermato il ministero.

I leader mondiali si riuniranno al vertice questo fine settimana per esplorare le modalità per porre fine al conflitto più mortale in Europa dalla Seconda Guerra Mondiale.

La Russia, che ha inviato decine di migliaia di truppe in Ucraina il 24 febbraio 2022, ha descritto come “futile” l'idea di un vertice al quale non è stata invitata. Anche la Cina, uno dei principali consumatori di petrolio russo e fornitore di beni, non sarà presente.

 

video di Matteo Rubboli 

 

 

Pin It
Info Autore
Monica Vendrame
Author: Monica Vendrame
Biografia:
Vivo a Pegli (Genova). Sono vicepresidente dell'Associazione culturale "Atlantide - Centro studi nazionale per le arti e la letteratura" e promuovo eventi culturali. Sono redattrice del quotidiano online "La voce agli italiani" e collaboro con il periodico "La voce del Savuto". Amo il teatro e la lettura.
I Miei Articoli

Notizie