Pin It

di Paolo Russo

 

"I dati degli ultimi bollettini sono dannosi e non veri!”. Così Alberto Zangrillo su twitter cerca di rassicurare i suoi follower.

Secondo il medico infatti si sta incidendo sulla salute mentale delle persone con la continua pubblicazione di bollettini medici che raccontano un incremento di contagi senza spiegare le vere ragioni!

Il perchè lo spiega Zangrillo:" I dati sono il risultato di migliaia di persone positive che ogni giorno si sottopongono ai test nella speranza di risultare negative" quindi una sorta di atto burocratico per certificare la guarigione e poter uscire di casa.

Un messaggio che tranquillizza, in un clima comunicativo preoccupante se si pensa che questa informazione è arrivata dal post di un medico su twitter e non da uno delle decine di studi televisivi popolati ormai da virologi.

E' il sensazionalismo a fare audience in barba a tutte le implicazioni psicologiche da esso derivate.

Da Psicoterapeuta non posso che condividere appieno le preoccupazione del dottor Zangrillo a cui bisogna riconoscere una profondissima integrità.

Da quando è scoppiata la pandemia infatti è stato uno dei pochi medici a non temere di esprimere preoccupazione e dissenso per una linea governativa ambigua, pur valutando positivamente la vaccinazione come presidio medico.

Una posizione equilibrata e attenta anche alla complessità della cura, scevra da una visione meccaniscista dell'essere umano ma al contrario sensibile a tutte le implicazioni sociali e psicologiche di misure dall'impatto, in qualche caso devastante.

ll professor Alberto Zangrillo è primario dell’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione Generale e Cardio-Toraco-Vascolare, Referente Direzionale Aree Cliniche dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano e collabora presso la Casa di Cura La Madonnina. E' Prorettore per le attività cliniche e professore Ordinario di Anestesiologia e Rianimazione all'’Università Vita-Salute San Raffaele. E' tra i primi dieci medici al mondo (nell’ultimo biennio) per numero di pubblicazioni in ambito “anesthesia” e “intensive care” (fonte: Scopus), autore di oltre 800 pubblicazioni, di cui oltre 400 su riviste internazionali indicizzate (citate più di 10.000 volte, Hindex 50) tra cui studi randomizzati su The New England Journal of Medicine, JAMA, Circulation British Medical Journal. In ambito di ricerca, tra le tante linee perseguite, le principali riguardano i supporti avanzati al circolo e alla ventilazione (ECMD, VAD, cuore artificiale), il trattamento dello scompenso cardiaco acuto, la ventilazione non invasiva (in terapia intensiva e ai piani di degenza), le terapie anticoagulanti alternative in terapia intensiva, l’ottimizzazione dell’emostasi perioperatoria, la cardioprotezione da alogenati, la prevenzione della mortalità perioperatoria e il trattamento dell’infarto miocardico acuto perioperatorio, la prevenzione e il trattamento dell’insufficienza renale acuta perioperatoria e del danno d’organo del paziente critico, la sepsi in terapia intensiva. Oltre a premi e riconoscimenti in ambito medico e a incarichi istituzionali, è insignito del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana e di Commendatore dai Presidenti della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi e Giorgio Napolitano.

Pin It
Info Autore
Paolo Russo
Author: Paolo Russo
Biografia:
Cultore dell'approccio olistico, Psicoterapeuta e Psicoanalista a Padova e Portogruaro, scrittore e autore del "Trattato di Poesia Clinica", conduttore radiofonico della trasmissione "I Fiumi di Jane" su Radiogamma5.
I Miei Articoli

Notizie