Riflessioni

di Addisi Pasquale

Camilla Canepa, 18enne, morta in Liguria dopo la vaccinazione con Astrazeneca, soffriva di piastrinopenia e aveva una malattia autoimmune familiare, assumeva una terapia ormonale.

La scheda anamnestica risulterebbe incompleta.

Al vaglio degli inquirenti le responsabilità di tutti coloro che sono collegati al caso.

Al di là di ogni altra considerazione, ci lascia una ragazza piena di luce e di bellezza. Tutta l’Italia ha perso una figlia meravigliosa.

C’era una esame di maturità da affrontare, una vita da programmare, sogni da realizzare, e tanto amore, amicizie, affetti, un mondo straordinario che per Camilla è svanito.
Quel che il COVID non è riuscito a fare direttamente l’ha fatto in modo subdolo.

Gli organi di Camilla sono stati donati:

l’ultimo atto di generosità, perché la morte della ragazza farà cambiare anche la campagna di vaccinazione; forse questo salverà la vita di altre persone .
La sua assenza dovrà lasciare un seme di civiltà e di riflessione: non sprechiamolo, facciamone tesoro, perché lei possa continuare a vivere con noi e il suo sorriso sia di protezione e di santità su un Paese davvero annichilito.

 

Info Autore
Pasquale Addisi
Author: Pasquale Addisi
Biografia:
Addisi nasce a San Calogero in provincia di Vibo Valentia, il 26 Aprile 1965. Si laurea in Giurisprudenza a Milano nel 1989. Vive a Milano dal 1986, dove svolge diverse attività imprenditoriali con grande attenzione per tutti gli aspetti sociali e umanitari. La passione per la scrittura, soprattutto in vernacolo, lo accompagna da sempre, così come quella per la musica, per il teatro e per la letteratura. Nel 2014 ha pubblicato il primo libro di poesie in dialetto calabrese, intitolato “A spasso nel tempo” edito da Edizioni Divinafollia. Nel 2016 ha pubblicato il secondo libro di poesie dal titolo “Il Vietnamita Sognatore” edito da Edizioni Amande Nel 2018 ha pubblicato il terzo libro di poesie dal titolo “Buongiorno Signor Maestro” sempre edito da Edizioni Amande Negli ultimi anni le sue liriche hanno incontrato il favore di giurie prestigiose, che lo hanno portato ad ottenere numerosi riconoscimenti tra i quali: - Primo classificato al Secondo premio nazionale di poesia “Perdersi nell’Amore” con la poesia “La casa in collina” nella sezione lingua italiana “Premio Tenuta Bocchineri”. - Secondo classificato al Primo premio nazionae di poesia “Apri il cuore alla poesia” con la lirica “U Vecchju"- Terzo classificato al Terzo concorso letterario nazionale di poesia “Apri il cuore alla poesia” con la poesia “Pietro Cappa” - Secondo Classificato alla Prima edizione del concorso letterario “La Nebbia agli irti colli” con la lirica “Diu du paisi Vecchju” lirica che ha vinto inoltre il premio speciale della giuria del concorso Francesco Umile Peluso 2020
I Miei Articoli