Pin It

 

di Adelaide Baldi

Questa sera, 13 giugno, nella splendida cornice del Convento di San Francesco a Gioi Cilento (Salerno) avrà luogo uno spettacolo teatrale di Isa Danieli.

Ultimo appuntamento della rassegna "La valorizzazione della Millenaria Fiera della Croce di Stio 51ª edizione”, diretta da Lillo De Marco.

L’attrice napoletana mette in scena “Raccontami-una passeggiata devota”.

«Sono contenta di recitare a Gioi - ha dichiarato l’attrice- per condividere un privilegio specialissimo: quello di aver dato voce come attrice, per un quarto di secolo, ad autori e autrici che hanno scritto per me storie che narravano quegli anni e questi anni: la forza, la fragilità, i vizi e le virtù dei personaggi che ho interpretato, sono imbrigliati nei ricordi e in questa lettura ce n'è una testimonianza che a me fa piacere salutare insieme a voi».

L’evento teatrale di Gioi, originariamente era previsto per la primavera del 2020, ma rimandato a causa dell' emergenza da Covid19.

«Le attività spettacolari messe in campo nell’articolato percorso di valorizzazione del Cilento interno, hanno dato luogo ad un variegato cartellone artistico costituito da rievocazioni storiche, spettacoli musicali, concerti di musica classica, spettacoli teatrali, installazioni artistiche (murales) . Un mix di attività impreziosite dalla presenza di artisti del panorama nazionale tra i quali Enzo Gragnaniello, Gaetano Stella, Espedito De Marino, Sarah Falanga. Tantissimo spazio è stato dato agli artisti e alle tante produzioni del territorio. Il crono programma prolungatosi ben oltre i tempi previsti a causa della pandemia è stato prorogato per ben due volte dalla Regione Campania. È motivo di orgoglio per il sottoscritto, e per il Comune di Gioi, soggetto promotore dell’iniziativa,  aver prodotto con questi spettacoli numerose giornate lavorative per gli artisti impiegati che, anche grazie ai numerosi eventi del progetto hanno potuto beneficiare  dei “bonus covid”  messi in campo dal Governo, Regione Campania, Mibact e Nuova Imaie» ha chiosato il direttore artistico.

È doveroso spiegare, per chi non lo sapesse, che cos’è la Millenaria Fiera della Croce. Le sue origini  risalgono al Medioevo. Sono probabilmente da ricercarsi nella presenza in zona di monaci italo-greci, ai quali si deve la fondazione della piccola cappella della Croce. In età medievale la fiera assunse progressivamente importanza specie per il commercio della seta, grazie anche alle importanti produzioni di bachi da seta che caratterizzavano l’area intorno a Stio. La Fiera divenne così una piazza di particolare richiamo per la compravendita del pregiato tessuto. Ancora oggi, anche se è cambiata la commercializzazione, resta una delle più importanti e tipiche fiere del Cilento, dove tradizione, folklore ed enogastronomia rappresentano da sempre l’elemento dominante di questo appuntamento annuale.

Il progetto della valorizzazione della Millenaria Fiera della Croce intende fare delle risorse ambientali, culturali, storico-architettoniche del territorio i pilastri per un solido sviluppo turistico del Cilento. Questo progetto vede riuniti i comuni di Campora, Orria, Stio, Valle dell’Angelo con Gioi capofila, ed è finanziato dalla Regione Campania. 

 

 
 
 
 
RispondiInoltra
Pin It
Info Autore
Adelaide Baldi
Author: Adelaide Baldi
Biografia:
Adelaide Baldi è nata in Valtellina nel 1970. Dall’età di 7 anni vive nella patria della Dieta Mediterranea, sulla costa del Cilento. Maestra di scuola elementare e giornalista. Collabora per "Cronache Cilentane", mensile di informazione del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Le piace giocare a tennis e svagarsi con il recupero di oggetti e mobili desueti. Appassionata di fotografia, cucina e pittura. Caravaggio è il suo pittore preferito.
I Miei Articoli


Notizie