Pin It

di  Michele Petullà

Jubilate Deo: a Paola, nella Basilica del Santuario di San Francesco di Paola, il prossimo 28 novembre, l’incontro dei Cori liturgici e polifonici della Calabria con il M° Mons. Marco Frisina. Un evento che mira a ridare linfa vitale alla coralità calabrese.

Il canto corale, a causa della pandemia da Covid-19, è stato una delle molte attività culturali, sociali e liturgiche ad aver subìto particolari limitazioni e diversi contraccolpi; un settore che più di ogni altro è stato penalizzato dal lungo periodo di inattività per l’emergenza sanitaria. I Cori polifonici, infatti, per la loro stessa caratterizzazione – che è quella di essere innanzitutto gruppi aggregativi più o meno numerosi, in cui i diversi componenti lavorano a stretto contatto l’uno dall’altro – sono stati particolarmente colpiti e penalizzati dall’emergenza sanitaria, e la loro attività ne ha particolarmente risentito, fino a bloccarsi completamente. Il variegato mondo della coralità, tuttavia, sa esprimere la sua forza, determinazione e creatività. In molti, infatti, si sono inventati nuovi mezzi per fare coro: social, videochiamate, videoconferenze, webinar, esecuzioni corali montate digitalmente. Il periodo di lockdown, in particolare, ha dato un grande impulso allo sviluppo del virtual choir. L’esperienza però ha dimostrato che il coro virtuale è comunque un surrogato, che dà certamente l’opportunità di mantenere i contatti sociali, ma non può sostituirsi al canto “vivo e dal vivo”. Nessuno sa cosa succederà con la pandemia nei prossimi mesi, se torneremo o meno a una completa normalità. Ma quello che conta oggi è sicuramente lo slancio, il desiderio, la volontà di ricominciare.

Dopo il lungo lockdown e dopo il silenzio a cui tutta la coralità è stata costretta, per effetto della pandemia che ha sacrificato per lungo tempo la musica e la vocalità dal vivo, in Calabria si prova a ripartire, con un grande evento che vuole rappresentare un grande abbraccio corale, simbolico e fisico. Un evento "storico ed eccezionale per la coralità calabrese", come è stato definito dagli organizzatori. Un vero e proprio “canto della rinascita”, potremmo definirlo, un concerto corale per superare la pandemia.

  

UN’INIZIATIVA PER RIDARE LINFA VITALE ALMONDO CORALE CALABRESE.  L’Associazione Chorus Inside Calabria, infatti, unitamente alla Federcori - Federazione Cori Italiani, ha organizzato un’iniziativa culturale e sociale volta alla rinascita e alla ripartenza del mondo corale calabrese, che si svolgerà presso il suggestivo Santuario di San Francesco di Paola.

Il 28 novembre, prima domenica di Avvento, si svolgerà un incontro storico dei Cori liturgici e polifonici della Calabria con Monsignor Marco Frisina, “un prezioso momento di formazione e di condivisione finalizzato alla crescita artistica e spirituale di ogni collettivo”, come l’ha definito Davide Recchia, Presidente nazionale Federcori, “un’iniziativa per ridare linfa vitale al mondo corale calabrese”. La manifestazione si svolgerà anche nel Primo Centenario dell’elevazione della Chiesa del Convento di Paola al titolo di Basilica Minore, da parte di Papa Benedetto XV.

   

L’evento coinvolgerà numerosi Cori calabresi e diverse centinaia di cantori provenienti da tutte le province della Calabria, con l’unico desiderio di poter finalmente cantare di nuovo insieme. Il programma della giornata, che si terrà nel totale rispetto del protocollo di sicurezza per il Covid-19, vedrà i cori impegnati nell’animazione della liturgia la mattina, con inizio alle ore 11:30, e in un Concerto a sezioni riunite nel pomeriggio, con inizio alle ore 16:00, diretto dal M° Mons. Marco Frisina.

Il Presidente dell’Associazione Chorus Inside Calabria, Natale Femia, ha espresso la sua grande e piena soddisfazione “per lo straordinario valore che assume questa iniziativa, frutto dell’impegno di tanti volontari, che rappresenta una svolta nel cammino di crescita dei cori calabresi, un passaggio che fornirà a tutti i partecipanti gli strumenti per svolgere un servizio più consapevole e gioioso, in cui ognuno possa essere realmente coinvolto nello spirito descritto dal titolo della giornata Jubilate Deo”.

    

L’incontro con Monsignor Frisina, inoltre, è parte di un percorso formativo che la Federcori ha messo a disposizione negli scorsi mesi – gratuitamente per tutti i propri associati, come si legge in una nota stampa – attraverso una serie di Corsi trasmessi sui canali social in streaming live, oltre a numerose Masterclass in presenza svoltesi con docenti di fama internazionale. “Lo spirito della Federazione – ha aggiunto Femia –, è quello di sostenere ogni Coro a prescindere dal genere o dal livello artistico, in quanto ogni collettivo è l’espressione di un territorio e in quanto tale merita di essere supportato e aiutato a crescere sotto molteplici aspetti. Ed è proprio grazie a questa impostazione associativa che in Calabria oltre 80 cori hanno aderito al progetto di Chorus Inside, iscrivendosi e dando vita a una serie di iniziative mai messe in campo prima. Ci auguriamo che finalmente sia giunto il momento in cui la coralità calabrese possa esprimere tutte le potenzialità di cui è in possesso e un veicolo di coesione sociale, culturale e di promozione del territorio”.

  

Contestualmente all’organizzazione dell’evento del 28 novembre, e con finalità propedeutica ad esso, Chorus Inside Calabria, in collaborazione con Federcori, ha avviato inoltre un vasto e imponente programma di “Alfabetizzazione musicale”, attraverso appositi Corsi, rivolto ai Cori polifonici e liturgici associati, i cui coristi possono partecipare in maniera completamente gratuita. I Corsi di formazione in questione – attivati in diverse sedi della Calabria – prevedono due momenti formativi, uno teorico ed uno pratico-laboratoriale, durante i quali si studieranno gli elementi di base della teoria musicale, per capire e saper leggere uno spartito, e saper prestare attenzione all’ascolto di sé e degli altri. Chorus Inside Calabria, pertanto ­– come ha dichiarato il suo  Vice-presidente, M° Vincenzo Laganà –, “si propone come punto di riferimento per tutti i Cori della Calabria che volessero intraprendere un percorso di rilancio e rinascita della coralità calabrese”.    

  

CHORUS INSIDE INTERNATIONAL e FEDERCORI.  L’Associazione Chorus Inside International, presieduta dall’italiano Davide Recchia, artista musicale, è senza fini di lucro. Si costituisce come Federazione Internazionale dei Cori associati ed ha per oggetto lo studio, la pratica, l’approfondimento e la diffusione del canto corale, della musica e dell’arte in genere. Ha tra i suoi scopi principali quello di “concorrere alla diffusione  e alla promozione del canto e della musica corale, delle iniziative dirette a sviluppare il patrimonio corale ed etno-musicale delle varie realtà culturali a livello internazionale”.

La Federcori si costituisce come “Federazione Cori Italiani Chorus Inside APS ETS” ed ha come scopo la promozione, lo studio la pratica, l’approfondimento e la diffusione del canto corale , della musica e dell’arte in genere. La Federazione mette in rete i cori regolarmente iscritti su tutto il territorio nazionale italiano. Il desiderio di entrare in contatto ed interagire con le realtà corali presenti in tutto il mondo e la passione per la condivisione del canto e della musica corale, ha spinto nel 2006 il fondatore e attuale Presidente, Davide Recchia, ad organizzare una rete corale nazionale in Italia e dal 2011 in tutto il mondo (13 paesi europei  e 5 extraeuropei).

  

Lo strumento iniziale utilizzato dal Presidente, e che ha permesso con gli anni di costituire la rete federativa corale, è stato il FestivalChorus Inside”, un evento strutturato sulla base di un format che mette al centro “il corista” e le sue necessità, un festival che valorizza ogni genere di coro a prescindere dall’organico, dal repertorio, dal livello artistico e dalla provenienza geografica, uno spazio che unisce la coralità nello spirito di fratellanza e solidarietà. Il nome ed il logo stesso dell’associazione sintetizza tale concetto.

Lo spirito e la prassi della Federazione trovano origine nel rispetto dei principi espressi nella Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea (2000/C 364/01) che hanno ispirato la Federazione stessa e si fondano sul pieno rispetto della dimensione umana, culturale e spirituale della persona.

  

CHORUS INSIDE CALABRIA.  Nata a Siderno nel mese di gennaio di quest’anno, l’Associazione Regionale “Chorus Inside Calabria” è una nuova realtà di associazionismo corale, che fa capo alla Federazione Internazionale “Chorus Inside International” e alla consociata Federazione Nazionale “Federcori”. Si tratta di un’importante associazione culturale e musicale anche per la regione Calabria – che conta già oltre 80 Cori calabresi associati –, "perché consente un filo diretto con gli organismi internazionali e nazionali di settore e consente di valorizzare e promuovere il canto corale nella sua più ampia accezione – sacra, profana ed etnica – attraverso una serie di iniziative quali festival, rassegne, masterclass, corsi di formazione e scambi culturali nazionali ed internazionali", come si legge in una nota stampa.

Attuale è Presidente dell’Associazione il M° Natale Femia, fondatore e direttore dell’Accademia MusicaleHarmonia” della Locride, docente nella Scuola di formazione musicale di Siderno, nonché autore di numerose pubblicazioni sui canti tradizionali. Femia, tra l’altro, è anche fondatore e direttore del Coro polifonico diocesanoLaetare” (Locri-Gerace). Vice-Presidente è il M° Vincenzo Laganà, docente di musica, direttore del Coro polifonicoDon Giosuè Macri” di Tropea, meglio noto per aver composto un Oratorio musicale (“Francesco Servo di Dio”) e un’Opera teatrale (“E l’Aquila raggiunse il Sole”) ispirati e dedicati entrambi al beato Francesco Mottola, alla sua vita e alle sue opere. Del Consiglio Direttivo fanno parte anche il M° Chiara Ferraro (segretario generale), il M° Donatella Galea (tesoriere), il M° Francesco Arena, il M° Francesco Mazzitelli ed il M° Vincenzo Bruzzese (Consiglieri).

Con la istituzione di questa nuova associazione  – si legge in un commento di Natale Femia – si aprono spazi per tutti i cori della Calabria che possono aderire al progetto in itinere, che si porta appresso la nuova associazione e che rimane di grande valore artistico e sociale, con la possibilità di creare una rete di scambio reciproco nella strutturazione delle attività che saranno programmate. L’iniziativa è stata favorita da Davide Recchia, pioniere e presidente nazionale della Federazione, che con grande disponibilità e chiarezza ha voluto coinvolgere anche la nostra regione in questa bella esperienza, dalla quale ogni coro può ricavare stimoli e benefici anche economici con la possibilità di accedere al Fondo unico dello spettacolo”.

MONS. MARCO FRISINA.  Diplomato in “Composizione” al Conservatorio di Santa Cecilia, Mons. Frisina ha compiuto gli studi teologici presso la Pontificia Università Gregoriana, conseguendo poi la Licenza in Sacra Scrittura al Pontificio Istituto Biblico. Ordinato sacerdote nel 1982, svolge il suo ministero nella Diocesi di Roma. Attualmente è Presidente della Commissione Diocesana per l’Arte Sacra ed i Beni Culturali, Consultore del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione e Rettore della Basilica di Santa Cecilia in Trastevere. Tiene corsi presso la Pontificia Università della Santa Croce e il Pontificio Istituto di Musica Sacra. È anche Accademico Virtuoso Ordinario della Pontificia Insigne Accademia di Belle Arti e Letteratura dei Virtuosi al Pantheon, di cui è Assistente Spirituale. 

Autore di numerosi canti liturgici conosciuti ed apprezzati in Italia e all’estero, nel 1984 ha fondato – e da allora dirige – il Coro della Diocesi di Roma, con il quale anima le più importanti liturgie diocesane. Dal 1985 è anche Maestro Direttore della Pontificia Cappella Musicale Lateranense. Nel 1991 ha iniziato la sua collaborazione al progetto internazionale della Rai “Bibbia”, sia come consulente biblista sia come autore delle musiche dei film prodotti. Oltre al “Progetto Bibbia”, negli anni ha composto le colonne sonore di molti film a tema storico e religioso. La sua produzione musicale conta oltre trenta Oratori Sacri ispirati a personaggi biblici o alla vita di grandi santi. Accanto a questi meritano di essere citati “Cantico dei Cantici”, scritto nel 2009 e rappresentato al “Festival Anima Mundi” di Pisa, “Passio Caeciliae”, composto nel 2011 ed eseguito a Roma e a New York in occasione delle celebrazioni per il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia, “Paradiso Paradiso”, composto nel 2013 per il 56° “Festival dei Due Mondi” di Spoleto, e “Fino ai confini della Terra”, ispirato alla narrazione del naufragio di San Paolo a Malta ed eseguito nel febbraio 2017 nel centenario del martirio dell’Apostolo. Mons. Frisina è stato promotore del Primo Convegno delle Corali Italiane, svoltosi a Roma nel settembre 2014, e del Giubileo delle Corali nell’ottobre 2016, che ha visto la partecipazione di oltre 8.000 cantori  provenienti da tutto il mondo.

Pin It
Info Autore
Michele Petullà
Author: Michele Petullà
Biografia:
Laureato in "Scienze Politiche e Sociali" presso l'Università di Torino, ho conseguito il Master in "Teoria Critica della Società" presso l'Università Bicocca di Milano ed il Master in "Comunicazione e Cultura" presso l'Università Lateranense di Roma. Ho seguito il Corso di Formazione per "Redattore-Consulente di Casa Editrice" presso l'Agenzia Letteraria "La Bottega Editoriale" di Roma. Sono Giornalista, iscritto all'Ordine dei Giornalisti dal 2010; Sociologo, iscritto all'ASI (Associazione Sociologi Italiani), componente del Direttivo regionale e Addetto Stampa della Deputazione calabrese; Educatore Finanziario AIEF (Associazione Italiana Educatori Finanziari). Sono autore delle seguenti pubblicazioni: "Analisi sociologica dell'Informazione televisiva quotidiana: modelli professionali e routines produttive" (Tesi di Laurea, UniTo); "Un Uomo. Una Storia" (Racconto storico, Adhoc Edizioni); "Dall'Osanna alla Risurrezione" (Saggio, Adhoc Edizioni); "Opinione Pubblica, Stereotipi, Democrazia: il contributo di Walter Lippmann riletto al tempo dei new media" (UniMiB); "Frammenti d'Anima" (Meligrana Editore). Scrittore e autore di poesie, mi occupo in particolare di cultura, attualità e società. Sono interessato allo studio e alla ricerca nel campo delle Scienze sociali ed umane. Amo l'arte in genere ed in particolare la poesia e la musica. Son l'uomo dai mille pensieri, la vita mi mormora parole d'amore e libere le lascio volare, tra la terra ed il cielo!
I Miei Articoli


Notizie